Archivio della categoria “Argomenti vari”

Comments Commenti disabilitati

 

Se vi va fate una capatina a trovarmi: 

 

                      WWW.bera05.it

 

La nuova casa non è ancora ultimata completamente, ma abitabile, e felice di ricevere ospiti.

 

Berardo

 

Comments Commenti disabilitati

andare a votare

Comments Commenti disabilitati

referendum

Comments Commenti disabilitati

I ricchi verso l’autosuicidio!!

Mentre i mezzi di informazione di tutti i tipi seguono in modo appassionato le varie vicende delle imprese sessuali del premier e di tutto il contorno.

Mentre il parlamento è impegnato a discutere  leggine, leggere, che interessano pochi, nel paese sta succedendo qualche cosa di molto grave senza che la politica riesca a rendersene conto e quindi possa provvedere.

Mi riferisco al fatto che i cosiddetti ricchi dai più piccoli ai super ricconi stanno tentando di affamare l’Italia e quindi gli italiani che con il loro lavoro in questi anni hanno fatto in modo  che appunto  diventassero così ricchi.

Stanno spremendo al massimo la forza lavoro tentando in modo così estremamente miope di guadagnare sempre di più, spendendo  sempre meno. Accumulare, accumulare sembra l’ossessione che si sta diffondendo

Il termine esatto è definirli mascalzoni!

Dei mascalzoni in giacca e cravatta che con una sicurezza da paura tagliano le spese, tagliano gli investimenti, riducono i costi sul filo dell’illegalità, tanto chi li vede, chi se ne accorge?

Si sentono ragionamenti che fanno rabbrividire, tanto chi li vede?

Mettono in campo dei ricatti economici che costringono i lavoratori a soccombere a tali soprusi, tanto chi vede più niente?

Neanche il sindacato sembra accorgersi di quanto sta avvenendo, ed  se qualcuno  dovesse accorgersi poco potrebbero fare  di fronte al ricatto del posto di lavoro: o così, o pomì (diceva una pubblicità!)

Mascalzoni che siedono sui posti più alti degli ambiti sociali scalati passando sopra le teste di persone, ovvero essere umani, che hanno il diritto a rispetto ed alla dignità!

Mascalzoni che per tenere alto il loro tenore di guadagni tagliano “teste” e rovinano famiglie.

Mascalzoni è un termine troppo benevolo altri sarebbero i termini da utilizzare. Il problema è che tali mascalzonate si stanno diffondendo a macchia d’olio come un potentissimo virus contagioso  e così qualsiasi lavoratore potrebbe raccontare ciò che di grave sta avvenendo. Tutto sembra azzerarsi. I riferimenti e le certezze acquisite negli anni all’improvviso sono vanificate. Si assiste impotenti al disfacimento di un tessuto sociale costruito negli anni con lotte e sacrifici!

Però!

Certamente un però, c’è!

Così facendo pian piano  stanno scavando una fossa dove inesorabilmente cadranno, e purtroppo ci coinvolgeranno nella caduta, perché è nella logica delle leggi economiche che se il capitale non viene ridistribuito pian piano si esaurisce perché non più alimentato!

L’egoismo in tutti gli ambiti è un atteggiamento negativo, nell’ambito sociale,   e quindi anche nell’economia!

Quello che non capisco, spero che mi aiuterete, è il perché di tutto questo! Da dove nasce questo “vento malefico?”

Ed ancora!

Perché non se ne prende coscienza e non si reagisce?

E, soprattutto perché nessuno degli interessati se ne rende conto ed inizia ad invertire la rotta?

La mia casa abituale è

WWW.bera05.it

però ogni tanto passo di qua!

P1170123

Comments 1 Commento »

L’anno si è avviato velocemente!

Il periodo di passaggio tra il vecchio anno ed il nuovo è stato riposante ed appagante, essendo riuscito a nutrire lo spirito e la mente con l’arte e la riflessione.

Ecco però che l’incedere degli avvenimenti legati allo scorrere del tempo inizia a fare pressione affinché si riprenda la corsa del fare, e dello strafare, tipico dei  tempi storici che stiamo vivendo dei quali nessuno di noi  è esente!

Read More

Aver sperimentato un certo distacco tra la frenesia, e la pace, è già  molto! Di questo devo ringraziare diverse persone che lo hanno reso possibile, ma non è ancora sufficiente per garantire al vivere di ogni giorno una qualità tale che possa soddisfare lo spirito ed il corpo, senza rincorrere affannosamente stati d’animo soddisfacenti  senza mai riuscire a raggiungerli. Una semplice ed efficace (mi pare) intuizione piano piano si fa sta facendo strada nella mente in questi giorni del nuovo anno:

salvaguardare ogni attimo dalla tentazione a fare e, soprattutto, strafare con frenesia  per correre dietro alle “pazzie” che il mondo propone ogni giorno!

Non è facile  tentare di trasformare in attimi di pace  un divenire che comunque si svolge tra tensioni di ogni genere nei quali l’apparire diventa più importante dell’essere.

Salvaguardare gli attimi nella consapevolezza che si può essere  protagonista soltanto se siamo nella piena consapevolezza che tutto passa, che tutto è vanità delle vanità  e solo l’Amore resta nei cuori e nelle menti delle persone.

Pensare di riuscire da soli è praticamente impossibile! Tentare di riuscire facendo circolare questa idea tra più persone mi pare possibile.

Difficile lo è! Possibile mi pare lo possa essere!il mare d'inverno

Comments Commenti disabilitati

Gli auguri per il nuovo anno.

Principalmente sono qui: www.bera05.it

però anche qui gli auguri per il nuovo anno!

Ciao.

auguri2011-a-rid

P1140627-1-rid
auguri2011-9-rid
auguri2011-gru-rid

Comments 1 Commento »

Da pochi giorni è attivo il sito, che è anche un blog:

www.bera05.it

passate a trovarmi!!

berardo

P1040077

Comments 4 Commenti »

E’ sotto gli occhi di tutti come il Capitale lentamente sta riconquistando tutto quello che aveva ceduto a seguito di lotte dei lavoratori anche dure durante gli anni.
E’ sotto gli occhi di tutti come nei diversi ambiti del lavoro il concetto del “padrone” nel senso peggiore del termine inizia a ripresentarsi in modo sempre più duro e concreto.
E’sotto gli occhi di tutti come i grandi capitalisti si presentano al tavolo delle trattative (vedi la Fiat per Pomigliano D’arco) con poche semplici idee: o fate come diciamo noi oppure si chiude ed andate a casa, o peggio ancora andate a carico dello stato, cioè di tutti!
E’ sotto gli occhi di tutti come l’idea di un’Europa unita stia vacillando sotto il peso dei diversi livelli economici , (inserito nella comunità di paesi con un livello di economia ancora più in basso di tanti paesi riesco ad avere un costo del lavoro diverso e quindi a produrre a costi più bassi); delle spinte super autonomiste che portano a differenziarsi negli stessi ambiti nazionali.
E’ sotto gli occhi di tutti come questa economia condotta in questi termini spregiudicati non fa altro che far diventare i ricchi ancora più ricchi, la classe media più impoverita ed, i già poveri, ancora più poveri.
Solo se non si vuole vedere o se si guardano le TV di stato (n.6) non si riesce a vedere quanto le cose dette sopra siano tragicamente vere.
Il mio vuole essere una riflessione che prescindendo dai colori politici cerca di guardare una realtà dove siamo immersi in modo sempre più soffocante sino a quasi il non riuscire più a respirare.
Politiche dissennate nei decenni, quando siamo stati illusi che tutti potevano avere tutto con il minimo ed a volte senza nessuno sforzo.
Politiche dissennate quando gli stessi che hanno creato queste situazioni siedono sugli alti scanni della politica e continuano a porre in atto azioni tali che peggiorano la situazione facendo pagare la crisi a chi la sta già pagando da anni.
Politiche dissennate degli stessi politici che per una pura logica di potere hanno permesso che si verificassero situazioni certamente assurde di gente che tutto faceva meno che lavorare, e mai nessuno è stato in grado di correggere; adesso fanno rientrare dalla finestra della crisi quello che hanno deliberamente fatto uscire dalla porta.
Politiche dissennate di chi ha permesso che si deturpassero la natura senza essere capaci di porre un rimedio.
Politiche dissennate di chi per interesse personale hanno deturpato le città rendendole dormitori con edifici brutti, fatti male,senza verde strade adeguate parcheggi.
Politiche dissennate che hanno alimentato l’egoismo miope di pochi a danno di molti.
Adesso si stanno tirando le fila di tutto questo disastro causato e la soluzione che le nostre super menti riescono a partorire è : togliere, togliere, togliere, senza alternative o barlumi di speranza ma, soprattutto, non intaccando per nessun motivo chi potrebbe in questa fase accollarsi una fetta importante di risanamento perché per decenni hanno avuto tanto di più di quanto necessario.
Così la storia si ripete in modo drammatico senza che gli uomini ne possano trarre esperienza e quindi beneficio.
Peggio ancora è il percepire, in modo sempre più insistente, il propagarsi di tendenze mirate ad una ma lenta ed inesorabile restaurazione per tutta l’Europa come se nulla in questi anni fosse stato fatto in termini di conquiste sulla qualità del lavoro e della vita stessa.
Il timore è che tali situazioni degenerino nel tempo in atti violenti:quando la gente non avrà più da mangiare per se stessi e per le proprie famiglie ricorrerà alla violenza.

La speranza (ultima a morire) è che ci sia un ravvedimento generale ed ognuno nel proprio ambito riesca a trovare il giusto equilibrio ed accontentarsi di ciò che ha, senza il bisogno di avere il di più a danno degli altri!
In questo mondo se ci si accontenta c’è spazio per tutti

arroganza del capitale

Comments 7 Commenti »

spiga5
spiga1
spighe2
spighe3
spighe4
spiga6
spighe7
spighe8
spighe9

Comments 4 Commenti »