Archivio Luglio 2007

In questi giorni girando nella rete tiscali blog vedo tutti impegnati,

(continua…)

Comments 2 Commenti »

L’episodio di oggi mi ha ristimolato la voglia di scrivere anche se non riesco ancora a trovare un aggiustamento della grafica soddisfacente

(continua…)

Comments 7 Commenti »

E’ come se qualcuno fosse arrivato nella tua casa e avesse cambiato l’arredamento a tua insaputa!

(continua…)

Comments 15 Commenti »

Non mi piace nessuno dei modelli proposti da tiscali!!

(continua…)

Comments 3 Commenti »

Ciao,la nuova paiattaforma "tiscali blog" mi ha trovato al mare, pertanto ancora non sono riuscito a fare gli aggiustamenti necessari per sistemare tutta la struttura grafica del blog.

(continua…)

Comments 7 Commenti »


Nei miei rapporti quotidiani mi capita di imbattermi in persone che rifiutano l?uso del PC delle e-mail ecc..
Persone che anche volendo e potendo se ne stanno lontano il più possibile.

Altre che pur avendo il PC lo tengono quasi come un elemento di arredo della casa.

Altre che ne hanno quasi un sacro timore e non riescono a superare le prime difficoltà per iniziare.

Da come stanno andando le cose nel mondo mi pare di poter dire che, anche se non lo vogliamo, anche se non è il massimo dei nostri desideri, però del PC non se ne potrà più fare a meno, salvo rimanere tagliati fuori da un mondo in continua evoluzione.

E’ un discorso generale che riguarda tutta una grande fetta di gente di qualsiasi grado di istruzione esse siano.
A me sembra che se non ci si addentra in questo mondo, anche se con fatica, tra poco (già adesso per certi versi) è come se si fosse dei nuovi analfabeti!!
Succederà come era negli anni passati: chi sapeva leggere e scrivere deteneva un potere incredibile gli altri dovevano stare sottomessi.

Ieri scrivevo ad una persona il ricordo doloroso di quando mio padre, operaio in giro nei cantieri d?Italia, dopo le faticosissime ore di lavoro, andava a cercare un angoletto tranquillo e cercava da solo di imparare a leggere e scrivere perché la povertà gli aveva impedito di andare a scuola.
Non sopportava più l?idea che qualcuno dovesse scrivere per lui per mandare notizie a casa.

Ricordo ancora con commozione le prime lettere scritte in modo quasi illeggibile e poi, pian piano i miglioramenti.

Mi pare, fatte le debite proporzioni, che oggi non saper mandare una e-mail non saper approcciarsi ad un computer significhi vivere un nuovo tipo analfabetismo, quello informatico.
Tra qualche anno quando la totalità dei servizi passeranno attraverso internet ecco che qualcuno dovrà chiedere a qualche altro di collegarsi ad internet per quella o l?altra cosa.

Ceto si potrà vivere lo stesso, figuriamoci se il vivere dovesse dipendere da questo mezzo però, certamente, si avranno una serie di limitazioni dovute appunto a questo nuovo tipo di non conoscenze.

Allora io mi chiedo: ma perché non tentare di rimanere in linea con tutto quello che il progresso di buono ci propone e non utilizzarlo in modo che possa aiutarci a migliorare la nostra qualità di vita e di rapporti?

Sarà che io sono un patito della comunicazione e di tutte le possibilità che essa offre, così mi adopero in tutti i modi nello stimolare, nell?incoraggiare ed aiutare (certamente per quel poco che conosco) in modo che più persone possibili diventino auto sufficienti (non lo si è mai completamente ma almeno per le cose fondamentali) di fronte a questa realtà.

Riferimenti: Foto mia

Comments 9 Commenti »